samedi 15 décembre 2007

Mustang, istruzioni per l'uso

Il Mustang, noto anche come « regno di Lo » è una delle regioni più isolate e meno conosciute dell’Himalaya. Situato a un centinaio di chilometri più a nord del massiccio dell’Annapurna e del massiccio del Dhaulagiri, il territorio che copre questo minuscolo regno feudale appare, se si guarda una carta, come una sorta di penisola che penetra all’interno del Tibet occupato dai cinesi. 
Poiché non dispone di strade percorribili con dei mezzi moderni, ma solo di sentieri che salgono e scendono dagli alti passi che collegano tra loro una valle con un’altra, questa regione può essere visitata solo a piedi. 
Per raggiungere Lo Manthang, la capitale del regno, situata ad un’altitudine di circa 3800 metri, sono necessari come minimo 12 giorni di marcia. Il punto di partenza per il Mustang è Beni, un villaggio situato ad una settantina di chilometri a nord ovest di Pokhara, in Nepal. 
Ho scoperto questa regione nell’estate del 2007, assieme a Claudio, il mio compagno di vita. La logistica della spedizione e il rilascio dei permessi di accesso sono stati perfettamente curati da Navyo Eller, un meranese che vive in Nepal da una ventina d’anni. Navyo, che gestisce la Navyo Nepal, un’eccellente agenzia di trekking e di scoperta delle regioni himalayane, oltre che il nostro mentore è diventato un amico prezioso.
È lui che ha scelto le persone che ci hanno affiancato nella spedizione. Tutte persone meravigliose e che ringrazio ancora in queste pagine : Goma, il nostro sirdar, Ram, il suo assistente, Dilisher, cuoco eccellente e infaticabile, e poi Chitra, Ram2, Dinesh, Kumar, Arjun, e da ultimo il piccolo Kishan. 
Voglio ringraziare anche Federica Baraglini, Davide Sciandra e Luigi Fieni, straordinari restauratori di monasteri himalayani, nonché persone preziose e sensibili, per il calore con cui ci hanno accolto a Lo Manthang, per i loro racconti e per aver squarciato in parte il nostro velo di ignoranza su questa regione, sul suo popolo e sulle sue tradizioni.

Quelle che seguono sono alcune note che ho preso nel corso di questo viaggio meraviglioso.


Sono divise in « capitoli » e numerate dall’1 al 14. Vanno lette in questo ordine che è anche quello che va da Kathmandu, a Beni, Jomsom, Lo Manthang e ritorno.

Altre fotografie che non hanno trovato spazio in queste pagine le potrete trovare a questo indirizzo : http://www.flickr.com/photos/15132083@N04/sets/72157602438372823/

L'indirizzo elettronico dell'agenzia di Navyo è il seguente: http://www.navyonepal.com


Per consultare altri diari di viaggio redatti da viaggiatori è sufficiente indicare nella finestra sottostante il nome del paese o della regione che intendi visitare.








Ci tengo inoltre a segnalare alcuni siti che parlano di viaggi e del viaggiare e che raccontano storie, tante storie.

www.marcocavallini.it

Turisti per caso

Quaderni di Viaggio - Racconti dal Mondo


Oil Rig Injury Lawyer
Oil Rig Injury Lawyer Counter